ZDHOUSE – INTERNI MAGAZINE

http://www.internimagazine.it/news/people/house-zd

“EDUCAZIONE SENTIMENTALE AL CONTEMPORANEO”


ZDHOUSE è la realizzazione concettuale della volontà dei committenti di formare un’educazione-sentimentale al contemporaneo per i due figli di pochi anni attraverso la quotidianità di un’abitazione. Sviluppare e provocare la curiosità verso opere d’arte, design, luci, musica, verso l’inutile importante come l’utile, con il trait d’union della bellezza formale.

Questa base di poesia realizzativa è stata il filo rosso che ha portato allo stravolgimento dell’originaria casa ottocentesca, ricca di passato e vincoli. La casa si sviluppa su tre livelli, per più di 300 mq.
I tre piani vengono collegati tra loro da un cavedio centrale, spazio dedicato alla scala in rete forata metallica, eterea e bianca quasi trasparente che permette di spaziare con la visuale da piano terra a mansarda.
Il piano terra è un unica zona giorno con gli ambienti totalmente comunicanti tra loro, ingresso, zona giorno, cucina formano un unico volume, ritmato dalle vecchie mura portanti dell’edificio ma senza interruzioni di porte.
L’affaccio sul patio e sul giardino ne ampliano il respiro durante i mesi primaverili ed estivi, sostenuti da una pergola bioclimatica. Il primo piano è dedicato ad una zona lettura appena salite le scale ed alla zona notte, mentre l’ultimo piano mansardato un ponte, sempre in rete metallica forata, collega le due zone giochi dei due figli.
Gli elementi d’arredo disegnati e pensati appositamente, la scelta dei materiali, il posizionamento dei corpi illuminanti e i colori delle luci, la scelta delle opere d’arte creano l’humus necessario alla vita quotidiana.
Così come il neon rosa installato all’ingresso, che attraversa la parete e sconfina sulla scala è un segno disegnato nel vuoto e il colore rosa della luce introduce un’atmosfera alla Matthew Barney, di sospensione orizzontale, il neon blu “GOD DOES NOT PLAY DICE”, la celebre frase di Albert Einstein, centro della concezione di “educazione sentimentale” (nulla è lasciato al caso, ne la fortuna ne la sfortuna) enfatizza la figura metaforica di Dio e al contempo sottolinea lo sviluppo verticale del corpo scala.

ZDHOUSE
2018
Codogno (LO), Italia
Progetto: Arch. Emma Scolari
Objects Design ©LESYEUX
Cliente: Privato
Foto: Marco Fava

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *